Il Senato rumeno vota a favore di una proposta di legge per vietare gli allevamenti di cincillà e visoni da pelliccia

HSI/Europe: “Ci auguriamo che anche la Camera dei Deputati agisca con risolutezza affinché la Romania possa diventare il ventesimo Paese europeo a vietare l’allevamento di animali da pelliccia”

Humane Society International / Europe


Kateryna Kukota

BUCHAREST, Romania—Il Senato rumeno ha votato a favore di una proposta di legge per vietare l’allevamento di cincillà e visoni, in seguito alla diffusione di un’indagine di Humane Society International/Europe che ha rivelato le scioccanti sofferenze negli allevamenti di animali da pelliccia del Paese. I risultati indicano 86 deputati a favore, 16 contro e 8 astenuti.

Andreea Roseti, Direttrice per la Romania di HSI/Europe, ha accolto con favore il voto, affermando che: “L’ampio sostegno trasversale a questa proposta di legge al Senato è un forte segnale circa la volontà del Parlamento rumeno di porre fine alla crudele pratica di allevare e uccidere animali per l’ottenimento della loro pelliccia. Siamo soddisfatti della rapidità dell’iter legislativo di questa proposta di legge e ci auguriamo che, quando nei prossimi mesi il testo approderà alla Camera dei Deputati, l’Aula agisca con risolutezza affinché la Romania possa diventare il ventesimo Paese europeo a vietare l’allevamento di animali da pelliccia. Il continente europeo può essere considerato un pioniere nel porre fine alla sofferenza degli animali per la produzione di pellicce, prodotti che vengono rifiutata da sempre più consumatori, stilisti, rivenditori e decisori politici di tutto il mondo.”

Il lavoro sulla proposta di legge è stato avviato nell’ottobre di quest’anno. La stessa è stata poi presentata all’Ufficio permanente della Camera dei Deputati il 7 novembre e presentata e registrata al Senato lo stesso giorno.

I cincillà e i visoni sono le uniche specie di animali considerati “da pelliccia” che vengono allevate in modo intensivo in Romania. In caso di successo, il divieto segnerebbe quindi la fine dell’allevamento di animali con la finalità di ricavarne pellicce nel Paese. A settembre di quest’anno, HSI/Europe ha divulgato i risultati delle indagini condotte in diversi allevamenti di cincillà in Romania, documentando gravi problemi di benessere animale, tra cui il confinamento in piccole gabbie di rete metallica, cicli riproduttivi perpetui per le femmine e una totale noncuranza dei bisogni e comportamenti naturali della specie.

Il voto in Romania arriva mentre cresce il sostegno in tutta Europa per un divieto di allevamento e commercializzazione di pellicce in tutta l’UE. L’Iniziativa dei Cittadini Europei #FurFreeEurope, lanciata a maggio e sostenuta da oltre 70 organizzazioni, ha già raccolto più di 1,1 milioni di firme di cittadini europei.

FINE

Contatto: Martina Pluda, direttrice per l’Italia : mpluda@hsi.org; 3714120885

Agisci ora per un’Europa fur-free

Learn More Button Inserter